RDV Scootershop
ancora solo €
Spedizione gratuita a partire da €:
Il tuo ordine è senza spese di spedizione!
Spedizione gratuita a partire da €:
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
tot. + IVA: 0 00 articoli nel tuo carrello
Preventivo ()

I vecchi motorini piaggio tornano di moda: ciao, sì e bravo

I vecchi motorini piaggio tornano di moda: ciao, sì e bravo

La Piaggio è stata forse la casa motociclistica che più si è distinta distribuendo sul mercato

I vecchi cinquantini stanno vivendo un periodo d'oro, una sorta di seconda giovinezza. Questo perché da un lato si sta riscoprendo sempre di più il fascino per articoli vintage e, dall'altro, perché questi ciclomotori hanno di fatto un costo contenuto, oltre ad essere facili da parcheggiare e maneggevoli anche per i più giovani.

In tutta Italia stanno così crescendo numerose iniziative e raduni per celebrare la mania del cinquantino.In particolare vogliamo parlare delle "quasi bici", cioè di quei ciclomotori a pedali risalenti agli anni 70/90. La Piaggio è stata forse la casa motociclistica che più si è distinta distribuendo sul mercato i modelli che ancora oggi sono i più richiesti: stiamo parlando degli storici Ciao, Sì e Bravo.

Ecco quindi che si aprono garage e vecchie cantine per rispolverare questi storici ciclomotori, rimettendo in moto anche i propri ricordi di gioventù e questo è per molti l'elemento che ha maggior valore.

Nel presente articolo verranno toccati i seguenti punti:

  • La storia dei motorini Piaggio: Ciao, Sì e Bravo
  • Motorini Piaggio Ciao, Sì e Bravo: le principali differenze.
  • I vantaggi dei motorini Piaggio
  • Dove si possono acquistare?

La storia dei motorini Piaggio: Ciao, Sì e BravoTra i motorini Piaggio, i più noti ed apprezzati sono stati, e lo sono tutt'ora, gi storici Ciao, Sì e Bravo.

Il Ciao Piaggio è il capostipite della famiglia, nasce nel 1967 ed ha rappresentato per molti giovani degli anni '60,'70 e '80 il simbolo della voglia di motorizzarsi. E' un mezzo agile ed economico con un'autonomia di 140 km con un pieno. Proprio le numerose vendite convincono la casa produttrice a proporre numerose varianti. Uscirà di produzione all'inizio degli anni 2000.

Il Sì Piaggio ha una storia che parte dal 1978, quando gli inventori della Vespa ebbero l'idea di rivedere il vecchio Ciao. Sono gli anni '80 e c'è bisogno di qualcosa di più moderno e aggressivo, così venne deciso di montare il blocco motore ben in vista, si optò per dei cerchi in lega leggera e si migliorò la tenuta di strada. Il Sì venne molto apprezzato dalla clientela femminile per via della sua maneggevolezza e facilità di guida, mentre i maschietti poterono divertirsi con i numerosi kit di elaborazione già presenti sul mercato per il Ciao. Negli anni '90 quasi tutti i giovani italiani avevano scelto il Piaggio Sì per muoversi e resterà in produzione fino al 2001, quando i giovani hanno iniziato a preferire definitivamente gli scooter carenati a ruota bassa.

Il Bravo Piaggio rappresenta un'altra variante dello storico Ciao e resta in produzione dal 1973 al 2001. Questo motorino ha alcune caratteristiche specifiche che lo differenziano in modo evidente dai precedenti, rendendolo forse visivamente più "ingombrante".Motorini Piaggio Ciao, Sì e Bravo: le principali differenzeIl Ciao, il Sì e il Bravo sono piuttosto simili tra di loro. Sono tutti ciclomotori monocilindrici a miscela (Super + olio 2%), hanno avviamento a pedali, ruote a raggi, freni a tamburo e un telaio simile a una bicicletta.

Rispetto al Ciao, il Sì è da subito apprezzato per la lunga sella, molto comoda per ospitare un secondo passeggero. E' facilmente riconoscibile per il colore rosso-amaranto e per i cerchi in lega a quattro razze. Inoltre, sempre a differenza del Ciao, il Sì monta la forcella anteriore telescopica e monoammortizzatore posteriore anziché telaio rigido, ha un disegno diverso per i fanali anteriore e posteriore e la sella è munita di un piccolo vano sottosella.

Il Bravo, rispetto ai due precedenti, monta un'evidente sospensione posteriore, realizzata con un forcellone oscillanteammortizzatori teleidraulici, oltre alla forcella anteriore telescopica. E' anche disponibile un sistema di antifurto tramite bloccasterzo. Il Bravo si distingue facilmente dal Ciao anche grazie al serbatoio esterno.

Tutti i modelli viaggiano ad una velocità massima di 40-45 km/h.

I vantaggi dei motorini PiaggioI motorini Piaggio, in particolare il Ciao e il Sì hanno il vantaggio di essere facilmente modificabili, infatti grazie a una minima elaborazione è possibile trasformarli in dei "bolidi"! Inoltre sono leggeri e con consumi molto ridotti (pari a circa 50 km/l). Grazie al loro peso irrisorio sono quindi molto maneggevoli e quindi adatti a uomini e donne.

Rispetto ai moderni ciclomotori, un ulteriore lato positivo riguarda sicuramente il ridotto costo di gestione per bollo e assicurazione, in quanto veicoli di interesse storico e collezionistico.

Dove si possono acquistare?Oggigiorno si possono facilmente trovare usati e a basso costo.In particolare, non essendo più in produzione, è possibile acquistare i Piaggio Ciao, Sì e Bravo esclusivamente nelle mostre-scambio o nelle fiere di settore, online e da collezionisti privati .